Illuminazione pubblica

Nel 2012 sono entrate in vigore nuove normative a livello di illuminazione stradale. In determinati casi si impongono interventi di risanamento. L’ammodernamento dell’illuminazione pubblica permette un notevole miglioramento dell’efficienza energetica, me è pure un segnale importante verso la popolazione.

A partire dal 2015 non saranno più reperibili sul mercato europeo le lampadine ai vapori di mercurio e lampadine ibride ai vapori di sodio. Entro il 2017 le lampade che ancora montano questo tipo di lampada dovranno essere sostituite.

Sul territorio di Croglio sono installate circa 325 punti luce per una potenza installata totale di circa 32 kW. Secondo i preventivi allestiti dalle Aziende industriali di Lugano (AIL) vi sarebbero almeno 267 punti luce da sostituire per un investimento pari a circa 200’000 Fr.

La sostituzione dei punti luce non più a norma può essere eseguita con lampade ai vapori di sodio oppure con lampade a LED.

In entrambi i casi è possibile impostare, durante le ore notturne e di poco traffico, una riduzione dell’intensità luminosa in modo da risparmiare energia.

Le lampade ai vapori di sodio possono ridurre l’intensità luminosa del 50% con un risparmio energetico pari al 30%, la tecnologia a LED risulta essere ancora più efficiente, con un consumo pari al 50%.

Inoltre la tecnologia a LED è un primo passo verso un illuminazione intelligente. Infatti, l’accensione è istantanea e la modulabilità da 0% al 100% sono dei fattori essenziali.

Con questo progetto abbiamo l’occasione di migliorare l’illuminazione dove vi sono insediamenti e diminuire l’inquinamento luminose laddove è superfluo. Il comune di Croglio, che si sta certificando come “Città delle energia” punta ad un risanamento dell’illuminazione pubblica con la tecnologia a LED.

Nel 2014 è stato realizzato un progetto pilota di illuminazione pubblica a LED nella zona asilo a Castelrotto. Il progetto è stato accolto in modo positivo dalla popolazione locale.

Il Municipio è convinto che la tecnologia a LED sia la soluzione energeticamente più efficiente e presenta migliori prospettive di ulteriori risparmi energetici futuri.

L’uso parsimonioso delle risorse energetiche dovrebbe essere uno degli obiettivi principali degli enti pubblici, imprese e privati in quanto è il fattore che ci garantisce questo stato di benessere.

Norme dell’illuminazione pubblica:

  • SLG 202: 11-2005
  • SN TR 13201-1
  • SN EN 13201-2-4

Durante l’estate del 2015 verrà eseguita la progettazione definitiva da parte delle AIL con aggiornamento del preventivo di spesa. Nel corso del 2016 dovrà esprimersi sull’oggetto il consiglio comunale per poter iniziare il risanamento nel corso del 2016.